Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network.
Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Ulteriori informazioni.

 
 

Il MIUR per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo ha redato un documento di 

“Linee di orientamento per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo”.

Normativa di riferimento
- Direttiva Ministeriale n. 16 del 5 febbraio 2007 - Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione e la lotta al bullismo
- Direttiva Ministeriale del 15 marzo 2007 - Linee di indirizzo utilizzo telefoni cellulari
- Linee di orientamento per azioni di prevenzione e contrasto al bullismo e al cyberbullismo (13 aprile 2015)

Cosa si intende per bullismo?

Il bullismo è una forma di violenza fisica, verbale e psicologica ampiamente diffusa nella popolazione giovanile,

principalmente in ambiti di aggregazione sociale come le scuole.Consiste nella presa in giro,

nell’umiliazione e nel ridicolizzare alcune persone facendo leva su punti deboli fisici o caratteriali della persona.

Cos'è il cyberbullismo?

Il cyber bullismo è la manifestazione in Rete di un fenomeno piu ampio e meglio conosciuto come bullismo

Quest'ultimo è caratterizzato da azioni violente e intimidatorie esercitate da un bullo,

o un gruppo di bulli, su una vittima.

Il cyberbullismo viene considerato un’evoluzione del bullismo tradizionale ma,

pur condividendo con esso alcune caratteristiche, se ne differenzia in molti aspetti. 

Generalmente il fenomeno del bullismo si fonda sull’aggressività che si manifesta attraverso una forma di prepotenza

intenzionale, esercitata dall’aggressore, questa eseguita nel tempo provoca alla vittima grandi sofferenze.

In questa nuova forma di aggressività il potere lo si acquisisce grazie alle abilità e le competenze acquisite nelle nuove tecnologie.

Infatti, chi esercita il cyberbullismo si serve della posta elettronica, della messaggistica istantanea,

dei blog, degli sms, degli mms o dell’uso di siti web con contenuti offensivi per effettuare azioni di bullismo.

approfondimenti su seguenti link:  

 

EDUCAZIONE AL DIGITALE E PREVENZIONE DEL CYBERBULLISMO

link di approfondimento: 

 

 

Attivazione della casella di posta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. per segnalare casi di bullismo e cyberbullismo.

 

 

Altre letture sull'argomento:

http://www.unsasso.it